Angeli&Demoni

Angeli e DemoniDopo tanta attesa per i fans di tutto il mondo finalmente esce nelle sale il film Angeli e Demoni.

Lo scorso anno la nostra città è stata invasa dal set del film in tutte le vie del centro storico, c’è persino chi è riuscita a farsi portare all’altare da Tom Hanks (sogno di tutte le donne credo essere accompagnata o meglio maritata ad un divo internazionale del suo calibro.)

Le luci si abbassano lo scalpitio dei popcorn invade la sala e la musica inizia.

Dopo le prime scene si capisce che la trama può avere dei risvolti posiviti e anche misteriosi.

Un volo, una valigia e in 2 minuti l’accademico (come piace definirsi lui!) Robert Langdon si trova da Harvard a Roma o meglio alla Città del Vaticano. Già questa prima cosa mi ha lasciata abbastanza perplessa perché non si è mai visto che in poche ore un aereo riuscisse a copraire una distanza di quella portata, ma comunque andiamo avanti.

Il mistero questa volta si tinge di omicidi e di sangue. 4 cardinali, i favoriti per la successione al seggio papale sono stati rapiti e la minaccia è grave gli Illuminati, un’antica società segreta nemica della Chiesa sono ricomparsi e vogliono infliggere un duro colpo alla Chiesa. Gli Illuminati o meglio L’Ordine degli Illuminati (in tedesco: Illuminatenorden) venne fondato a Ingolstadt (Germania) il 1 maggio del 1776 da Johann Adam Weishaupt (1748-1830) e non come sostiene il romanziere Dan Brown nel Rinascimento Italiano. L’Ordine si si forma come alternativa alla nascente massoneria tedesca, pur mantenendo i caratteri di segretezza e della divisione gerarchica su base iniziatica. Ciascun membro assume un nome mitico, e viene creata una prima gerarchia. I nomi degli scienziati e degli artisti citati nel film/libro non hanno nessuna base storica. Gli Illuminati di Baviera reclutavano principalmente avvocati, funzionari governativi, e membri del clero di idee illuministe, e avevano fra i loro membri pochissimi “scienziati” di professione.

Comunque continuiamo. Dopo mille perizie e spargimento di sangue nelle sacre chiese di Roma (ok la location è stata eccezionale ma la fotografia secondo me non è stata delle migliori!), si arriva al gran finale e cosa succede? Armageddon versione papale! Ma io dico ma ti pare a te che un finale di quella dimensione può essere verosimile? No dico ma vogliamo scherzare?

Va bene il Codice Da Vinci se lo si legge in chiave romanzesca, ha una sua logica per quanto fantasiosa, ma quanto può essere credibile una storia di bombe e di scazzottate in Piazza San Pietro?

Mi dispiace Dan questa volta hai davvero esagerato.

Tanta attesa e poi puff….finisce tutto con un seggiolino che si ribalta, un pop corn finito e un applauso scarno alla fine del film!

Ah no scusate una cosa c’è da dirla davvero senza troppi scherzi: i nostri attori nostrani non hanno davvero nulla di meno dei grandi miti holliwoodiani. Pierfrancesco Favino è stato bravissimo nella sua interpratazione e ha dato un’ottima prova del suo talento e di tutti gli anni di gavetta che trascorso. Speriamo che sia per lui la consacrazione definitiva.

Annunci

2 thoughts on “Angeli&Demoni

  1. Io amo la capacità di Dan Brown di creare suspence e di mixare la veridicità storica con la finzione. Un tempo si diceva letteratura d’evasione (per sottostimare…cosa che nn approvo,ndr) e in questo Dan Brown è maestro. “Angeli e Demoni”in versione cartacea mi ha deluso, il lavoro del regista Ron Haward molto meno, ti assicuro che quel finale è più credibile sullo schermo che sulla carta…
    Questo lavoro va considerato come una palestra narrativa per Brown che ha saputo poi strutturare meglio l’idea di base nel “Codice da Vinci”!
    ps: sono convinta di aver visto Tom Hanks a campo dei fiori la scorsa estate….^__^

    • Guarda io ho visto e letto il codice Da Vinci solo per curiosità dopo che tutto il mondo non parlava d’altro e devo dire che se preso solo come un romanzo di fantasia è un abella idea, ma tutto quel clamore che ha sfruttato come mkt intorno proprio noj ci sta.
      Angeli e demoni l’ho trovato motlo banale e troppo hollywoodiano, ma ovvio che dato che si doveva basare su un libro già scritto non si poteva rimettere a scrivere il finale.

      PS: io li ho visti si si a piazza del popolo quando giravano….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...