Fred Pearce un eco peccatore a Ferrara

internazionale a ferrara

Qualcuno di voi sa che cosa è il greenwash? Beh io fino ad una settimana fa non sapevo cosa fosse adesso ne sono quasi ossessionata.

Ferrara, o meglio il Festival di Giornalismo di Ferrara, è stata una continua scoperta: umana, accademica e antropologica.

Umana perchè ho ritrovato il contatto con il genere umano

Accademica perchè sedermi ad ascoltare un oratore non mi capitava da anni

Antropologica perchè l’Italia è davvero un bel paese.

Durante questi 2 giorni di fuoco per vie, viuzze, larghi, piazze e anche statali mi sono fatta un’opinione in merito al fatto che quello che più avrei voluto dalla vita era viaggiare in giro per il mondo e documentare tutto ciò che volevo.

I giornalisti sì fanno questo è vero, chi più chi meno ovviamente, ma c’è chi di questo lavoro ha fatto una bella missione e sto parlando dell’eco-peccatore Fred Pearce che ha fatto del suo lavoro la sua missione di vita.

Fred mi ha fatto conoscere appunto il significato della parola greenwash e mi sono divertita a conoscere, anche attraverso la divertentissima intervista di Sylvie Coyaud giornalista del Sole 24 ore.

Tutto quello che indossiamo è davvero ecosostenbile come pensiamo? Basta realmente leggere il foglietto illustrativo delle maglie di cotone per sapere se quel prodotto è “verde” oppure no.

Beh Fred pensa proprio che non sia sufficiente e questa sua accuratezza mi ha fatto riflettere.

Se il cotone che indosso non è davvero friendly come c’è scritto che devo fare?

Denunciare la fabbriva è la soluzione ideale? chi c’è dietro una maglietta di cotone bianco?

Quante domende possono venir fuori da un filo di cotone (e pensare che il filo di Arianna ha fatto storia nei secoli forse il filo di cotone farà la stessa fine).

Intanto io mi vado a leggere il libro e vediamo che altri dubbi mi farà venire….vai a vedere che alla fine anche il fazzoletto con cui mi soffio il nasino in questi giorni non è davvero quello che dice di essere.

Annunci

2 thoughts on “Fred Pearce un eco peccatore a Ferrara

  1. interessante il punto di vista di pearce, e interessante la definizione eco-peccattore… come si fa ad essere eco ma anche peccatori? e accettare questo binomio? è semplice, se davvero volessimo essere solo eco dovremmo fare di questo il nostro lavoro e te lo dice una che cerca di fare tutto il possibile…
    leggevo di un tipo che ha smesso di prendere l’aereo, che però per continuare a viaggiare ha dovuto abbandonare il lavoro e mettersi in proprio…per arrivare in australia ci ha messo una settimana…tu pensa una settimana ad andare, almeno 3 per vederla (in treno) e un’altra settimana per rientrare… chi te le da tutte queste ferie?
    scherzi a parte (anche se la storia è vera), penso che piccoli gesti ci permettono di definirci ECO, anche se in fondo la nostra stessa esistenza emette co2, produce rifiuti ecc…siamo dei peccatori “originali”…
    fate la raccolta differenziata, usate carta reciclata…anche i fazzoletti!, non usate piatti e stoviglie di carta c’è l’alternativa in mater Bi, usate meno possibile l’auto o non comprate SUV, non bevete acqua in bottiglia, (fantastiche le brocche BRITA), comprate meno possibile oggetti usa e getta…e quando comprate qualcosa pensate a quando non vi servirà più…e facilmente smaltibile?
    La chiudo qua, dicendo che siamo tutti peccatori, ma dovremmo provare ad essere un po’ più ECO!

  2. cari/e ragazzi/e

    anche io sono una nuova greenwasher obsessed…anzi per chi di voi è su facebook vi invito ad unirvi al mio gruppo anti greenwashing action

    se volete saperne di più sul greenwashing ( e mi dispiace dirlo è praticamente ovunque!!! persino greenpeace fa greenwashing…e vi assicuro che sn ancora schokkata!!!) ecco dove potete documentarvi:

    http://www.theunsuitablog.com
    http://www.greenseniors.com
    http://www.earth-blog.bravejournal.com
    http://www.klauswerner.com

    purtroppo in italia nn si sente praticamente parlare di greenwashing, perchè siamo le solite capre che si interessano di tutto meno di quello che succede nel mondo e ci facciamo prendere per il culo da tutto il mondo…..
    cmq, spero che accogliate il mio invito sul gruppo di facebook e per qualunque domanda sono a completa disposizione.
    sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...