Parigi non sarebbe la stessa senza Tim Burton

Gironzolare con l’IPod tra le viette di Roma non ha prezzo, ma gironzolare con il Mio IPod tra le vie più romantiche di Parigi non ha solo prezzo,ma anche merito. Giri, vedi gente, fai cose (dedico la frase a due matte con cui ho passato una giornata assurda oggi), ma soprattutto ascolti il romanticismo della città attraverso le note della tua musica.

Se passi tre giorni a Parigi e decidi che non vuoi fare la turista, ma la vera parigina non ti puoi esimere dall’abitare nella Fabbrica delle Pecette, una vecchia fabbrica adibita ad appartamento strampalato, un appartamento che non ha prezzo se ogni mattina quando ti alzi c’è una persona nuova a dirti “Bonjour comment allez-vous?” e io con gli occhietti ancora a bottoncino spiccicavo le prime paroline della giornata “Bonjour merci bien!”.

Se passi tre giorni a Parigi non puoi esimerti dall’andare al a vedere l’inaugurazione della mostra di Matisse al Centre Pompidou.

Se passi tre giorni a Parigi non puoi esimerti dal rivedere per l’ennesima volta il volto della città dalla terrazza dell’Istituto del Mondo Arabo vedendo in lontananza persino l’incendio “più lussuoso” al mondo che ha devastato Place Vendome.

Se passi tre giorni a Parigi non puoi esimerti anzi no..non PUOI ASSOLUTAMENTE esimerti dall’andare a vedere l’unica tappa sul continente della mostra di Tim Burton alla Cinematheque francaise di Parigi. Un genio del male come direi io, come dico io in realtà, un visionario passionario che ha dedicato tutta la sua vita alla creatività e al divinizzare il suo mondo parallelo, forse il suo vero mondo chissà. Un genio che non è stato apprezzato dalla Disney come realmente avrebbe dovuto, un genio all’inizio ostacolato e limitato che però è riuscito a darci anzi a darmi perché io parlo per me, pellicole e sogni meravigliosi. Un amore pericoloso e tagliente quello di Edward Mani di forbice, una favola gotica-romantica quella de La sposa cadavere, e soprattutto un eroe moderno nascosto nella maschera di Batman.

Eh su dai un po’ di curiosità e di intraprendenza, armatevi e partite verso Parigi. Che fate volete perdervi davvero questa mostra eccezionale?

Andare a Parigi è tutto questo e girare tra le sue strade non fa che riconfermare un amore lungo anni.

Annunci

2 thoughts on “Parigi non sarebbe la stessa senza Tim Burton

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...