Berlino…l’omino verde che ti fa sentire a casa!

Per anni ho sempre detto “Non sono pronta a Berlino. Non so non è il mio mondo. Penso che non mi piacerà”. Come dire faccio ammenda e mi pento con tutta me stessa…se l’avessi vista anni fa ora non starei qui a riflettere se partire veramente o rimanere…sarei partita SUBITO! Per la prima volta di ritorno da un viaggio ho detto Ho trovato casa mia!. Mai, e dico mai, mi sono sentita così vicina ad una città come a Berlino.

Le sue strade, i suoi colori, la sua gente tutto è stato un entusiasmo continuo…credo che le mie compagne di viaggio per anni rideranno davanti al mio entusiasmo perenne di fronte all’omino verde del semaforo, AMPELMANN! . Ma voi vi rendete conto che è la prima volta che vedo che un omino dei semofori diventa un simbolo della città…anzi non un simbolo ma IL SIMBOLO! Come direbbe Renè Ferretti a Boris…Genioooo!!

Comunque veniamo a noi va…non voglio fare un resoconto della vacanza perchè non frega a nessuno, tanto meno a me perchè di resoconti ne faccio mille, voglio solo ricordare il mio stupore davanti ogni strada ogni angolo ogni MURO! Già il Muro…quello che pensi dai andiamo a vederlo come se nulla fosse poi arrivi lì davanti e ti fissi anche 10 minuti a guardare un divisorio di cemento largo circa 40 cm (forse anche meno) che ha dettata legge per quasi 30 anni. Vivere dietro un muro e non sapere cosa ci sia dall’altra parte..immaginare la libertà di un popolo fratello e non poterla toccare, assaporare, semplicemente respirare! Un muro a casa mia divide un divano da un letto, una libreria da una cucina. Sembra scemo vero? Eppure quando ti trovi davanti a quel km e più di muro non puoi non pensare a come possa essere vivere separati magari da un parente o da un vecchio amico.

Però Berlino non è solo questo anzi ora Berlino è oltre, ha superato il suo deficit rispetto a tante altre città europee e si è conquistata il primato di città dell’architettuta…quella che qui non vedremo mai. Il grigiore dei vecchi palazzi è stata superata dal colore e dall’ambizione dei giovani artisti che hanno voluto superare i ritmi consueti dello spazio e delle linee.

Una Berlino fatta di lunghe strade, di biciclette sfreccianti, di negozi di design, di birre, di lunghe camminate.

Una Berlino fatta di novità, di colori scuri misti a graffiti, di sole a cui segue una tempesta di neve, prendere una metro e correre all’impazzata per scendere dopo aver appoggiato la testa solo un momento ed essersi scordati dove si fosse.

Berlino non è stata una città, ma una sensazione di libertà…almeno per me ovvio!

E poi volete mettere vedere lo sguardo della tua amica che tutta fiera ti indirizza verso il luogo più “cool della città” a detta di un articolo strappato da un giornale di design e di moda e ritrovarsi a Kunsthaus Tacheles nel centro sociale più strano e più bello che abbia mai visto…zompettare a destra e sinistra (paradosso detto così in merito ad un centro sociale…) per l’euforia del momento e vedere la tua amica passare da una faccia schifata ad una piacevolmente sorpresa del luogo. Tutto questo non ha prezzo davvero…

Consigliata come città? Ma ovvio…andateci tutti in massa e anzi ditemi quando che ci torno anche io.

E per chi volesse andare vi consiglio di visitare questa la pagina facebook di Berlino Ex…ottimi consigli e fidatevi mi hanno davvero aiutata.

Però vi do anche un consiglio personale…Berlino va vista perdendosi tra le vie con il naso all’insù e prendere le strade che ci piacciono e non solo quelle segnate nelle guide. Solo in questo modo troverete dei luoghi magici e suggestivi come Clärchen’s Ballhaus!

Annunci

2 thoughts on “Berlino…l’omino verde che ti fa sentire a casa!

  1. Confermo tutto….e’ una citta’ meravigliosa, in continua evoluzione. E credimi Carlotta essere stati li qualche anno dopo che fosse caduto il muro e’ stata un’esperienza pazzesca! Ma ancora oggi, tutte le volte che ci torno, mi stupisco di quanto sia cambiata e di quanto sia sempre piu’ bella e affascinante!!!! Baciiiiiii

    • Fiore appoggio e approvo tutto…la prima città in cui mi sono davvero sentita a casa…emozioni ovunque colori e sapori che sentivo miei. E poi vedere la loro precisione e la loroi cura verso il moderno e il nuovo! Che stupenda città…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...