Synecdoche, New York

Synecdoche, New YorkMolti critici hanno definito questo film unico, profondo, acuto.
Io per tutta la durata del film ho pensato solo alla sua solitudine. La solitudine di un uomo e delle sue paure più profonde. Un ego smisurato che gli fa rappresentare la sua opera più grande: se stesso.
Synecdoche, New York il primo film di Charlie Kaufman che arriva in Italia 6 anni dopo la sua distribuzione, ruota attorno al personaggio di Caden Cotard, interpretato da Philip Seymour Hoffman, un regista teatrale frustrato dai suoi problemi fisici e familiari. Adele una moglie depressa, concentrata sui suoi stati d’animo e all’inseguimento di una carriera che la porta lontana dal marito rifugiandosi a Berlino con una figlia anche piccola. Caden all’improvviso si ammala misteriosamente e rimane ossessionato dal timore della morte, decide a quel punto di mettere in scena uno spettacolo magistrale e mastodontico che rappresenta la sua vita e i suoi pensieri. Continua a leggere

Annunci

The Women al Teatro Manzoni a Roma

The WomenLe donne sono le regine della casa e le amanti della notte, sono i sogni e gli incubi di ogni uomo e sono quanto di più lontano ci sia dalla normalità. Sono esseri che si adattano alle circostanze, agli stili e alle mode. Cercano il loro posto nella società e facendolo spesso scomodamente e altre volte con coraggio e determinazione.Le donne reggono i fili di un gioco segreto che solo loro sanno decifrare e raccordare tra i vari pezzi. Le donne sono il soggetto preferito di ogni regista (leggi post su Maitena) e già 70 anni fa ne abbiamo un chiaro, classico e stupefacente esempio. The Women, diretto da George Cukor nel 1939 con la superba interpretazione di Joan Crawford.

In una New York in pieno fermento artistico e creativo si affacciano i problemi di alcune donne che da 70 anni non sono mai cambiati: lotta per il potere, conquista di uno status sociale, soldi e pettegolezzi (anche a discapito delle proprie amiche). Clare Boothe Luce, autrice del soggetto cinematografico, cattura tutto questo nella commedia che ha precorso i tempi e i telefilm cult del giorno d’oggi.

Oggi la commedia è riporatata in teatro sotto la direzione di una bravissima e giovanissima Carlotta Corradi che senza allontanarsi dal testo originale fa sorride e incuriosire il suo pubblico con la splendida commedia The Women.

La trama ruota intorno ad un gruppo di amiche/nemiche.

Mary Haines è felicemente sposata e madre di una splendida adolescente. Silvia Fowler è la donna più elegante e glamour di New York che per sbaglio viene a conoscenza tramite la sua manucure Olga di un segreto che riguarda Stefano Haines e la sua amante, Crystal Allen, una commessa di Saks. Lo scaldalo è troppo grosso e allettante per tenerselo per sé e convince Mary a provare la sua manicure. Da qui in avanti l’intreccio si fa sempre più divertente con scene di forte comicità e bravura da parte delle giovani attrici che interpretano i vari ruoli.

La trama scritta 70 anni fa non si discosta da quello che ancora oggi succede in tutto il mondo.

ProtagonisteThe Women è uno spettacolo che va gustato e assaporato.

Consiglio vivamente a tutti di vederlo il 17 giugno (unica data per beneficenza) al Teatro Manzoni di Roma.

Prenotate i biglietti presso Smile Train Italia Onlus tel 06 84242799.

Lo consiglio io l’ho già visto e lo rivedrò si si …anzi me sa che prenoto va!!